Pilastro di guarigione ENCODE e componenti digitali GENTEK Biomet 3i

Il pilastro di guarigione ENCODE è una componente che possiede caratteristiche uniche che semplificano di molto la vita del clinico durante la presa dell’impronta.

Il pilastro ENCODE riunisce infatti la funzione di tre componenti in una sola, che diventa contemporaneamente pilastro di guarigione, coping da impronta e scanbody (nel caso si lavori con procedure digitali).

Una volta che è stato posizionato il pilastro di guarigione ENCODE sarà sufficiente rilevarne l’impronta sia in modalità analogica che digitale per acquisire le informazioni che sono inserite nelle apposite sfaccettature sulla testa del pilastro.

Oltre al grande vantaggio di semplificazione delle procedure c’è anche un grande vantaggio clinico. Riducendo le manovre a livello dell’impianto saremo più rispettosi dei tessuti che risulteranno decisamente più stabili di quelli stressati da numerose manipolazioni.

Una volta acquisita l’impronta, grazie ad un semplice software di decodifica gratuito, è possibile fare il matching con uno degli scanbody della libreria delle componenti digitali Gentek e inserire nel software di modellazione (funziona con i più diffusi Exocad, 3 shape e Dental Wings) una delle componenti su cui costruire la corona e procedere con il lavoro protesico. Sono disponibili pilastri prefresati e basi da incollaggio per tutti i diametri e le tipologie delle sistematiche implantari Biomet 3i.

Tutte le componenti GENTEK dispongono di connessioni originali e di vite con tecnologia GoldTite, che previene sistematicamente gli svitamenti protesici. Per semplificare le operazioni di incollaggio tra base e corona è compresa nella confezione un’apposita vite che permette di mantenere libero il canale di accesso dai residui del materiale.

Per ulteriori dettagli vai alle pagine Encode e Gentek

Condividi questo contenuto