21° Congresso Internazionale di Terapia Implantare

4 – 6 Ottobre 2O18 – Verona, Palazzo della Gran Guardia

L’integrazione tra il biotipo ed il sociotipo odontoiatrico: anamnesi, procedure e indicatori di successo del paziente implantare

Il tema della ventunesima edizione del congresso internazionale di Verona continua il filone delle innovazioni cliniche e tecnologiche nel trattamento implantare introducendo il punto di vista del paziente, come vive l’esperienza della terapia e come percepisce i vari momenti del trattamento.

Obiettivo principale del congresso è illustrare la percezione di successo del paziente implantare ed il suo rapporto con il clinico. Il paziente implantare di oggi sa raccontarsi bene, sa esternare le proprie aspettative terapeutiche, i propri sentimenti e le proprie emozioni, attraverso uno storytelling ed una narrativa implantare molto dettagliati. È in grado di offrire al clinico preziose informazioni circa le sue aspettative, i suoi obiettivi ed aspirazioni.

Il denominatore comune di ogni presentazione di questo congresso è la percezione soggettiva del paziente, prima, durante e dopo il trattamento. Il paziente attento, competente e sensibile richiede interazioni altrettanto attente, competenti e sensibili. Oltre a conoscere le opzioni terapeutiche a lui disponibili, vuole farsi riconoscere nelle condizioni in cui si trova. Vuole essere percepito non come mero problema clinico da risolvere, bensì come persona con cui entrare in sintonia, con cui alimentare quel rapporto empatico che costruisce la relazionalità tra persone.

Benvenuti a Verona 2018

con l’augurio che questa ventunesima edizione congressuale sia occasione di crescita professionale e piacevole incontro sociale.

Vai al programma